Dettaglio news
Il Garante sanziona la Provincia di Trento per comunicazioni di gruppo con email in chiaro


martedì 11 febbraio 2020
di s-mart.biz





E' col provvedimento del 9 Gennaio 2020 - consultabile qui - che il Garante per la Privacy ha sanzionato la Provincia Autonoma di Trento per invio di email contenente più indirizzi dei destinatari in chiaro, quindi visibili da tutti i riceventi della email. In dettaglio si parla di una comunicazione inviata da un'articolazione della Provincia di Trento, il Circolo di Coordinamento n° 20 di Rovereto, a sedici diverse famiglie riguardo l'inammissibilità alle scuole dell'infanzia di minori non in regola con gli obblighi vaccinali.

La pronuncia del Garante è avvenuta su segnalazione diretta della Provincia stessa, che, a seguito dell'accaduto, ha informato sia gli interessati che l'Ufficio del Garante: fattore tenuto ampiamente in considerazione dal Garante, che ha ritenuto il fatto un primo, ma anche isolato, evento conseguente alla disattenzione di un dipendente. L'email infatti, inviata nel mese di Agosto, conteneva informazioni urgenti relative all'anno scolastico venturo: la dipendente si è giustificata sottolineando l'urgenza di contattare le famiglie visto il ridosso all'inizio dell'anno scolastico.

Il Garante ha dichiarato ovviamente illecito il trattamento in oggetto e ha ammonito la Provincia invitando a conformare le comunicazioni istituzionali al GDPR e in generale ai principi che tutelano i dati personali. «Le informazioni contenute nella comunicazione della Provincia sono qualificabili come dati relativi alla salute dei minori. Tali dati possono essere trattati solo sulla base di un idoneo presupposto giuridico, rispettando i principi di liceità, correttezza e trasparenza nonché di minimizzazione, in modo sicuro e solo se adeguati, pertinenti e limitati rispetto alle finalità per le quali sono trattati», scrive il Garante. La comunicazione "di gruppo" ha invece consentito a tutti e 16 i nuclei familiari di sapere chi erano gli altri non in regola.

Il Garante ha quindi invitato la Provincia di Trento a inviare comunicazioni separate per ogni genitore sia in forma personalizzata e diretta, sia utilizzando lo strumento della copia conoscenza nascosta (cnn). La CNN è quindi un sistema sufficiente per rendere riservati indirizzi e comunicazioni.




CONDIVIDI QUESTA PAGINA!